Stress e denti: davvero è possibile perderli? Il caso Demi Moore

Stress e denti: davvero è possibile perderli? Il caso Demi Moore

LA VOCE DELL’ESPERTO

 

Gli effetti negativi provocati dallo stress sono piuttosto noti e non riguardano solo il benessere mentale ma anche quello associato al nostro corpo: problemi cardiovascolari, mal di testa e acuirsi di sintomi dolorosi. Recenti studi hanno dimostrato che condizioni stressanti possono danneggiare anche denti e gengive.

Un caso particolare, che merita la nostra attenzione e che ha fatto molto scalpore, è sicuramente quello della famosa attrice hollywoodiana Demi Moore che ha rivelato a Jimmy Fallon di «aver perso due incisivi» a causa di un periodo molto stressante. La star ha voluto anche mostrare, durante la puntata del The Tonight Show, uno scatto del suo momento più difficile. «Ho perso i miei denti anteriori», ha spiegato, «Mi piacerebbe dire a causa di una caduta dallo skateboard o per qualche altra cosa cool, ma non è andata così», ha spiegato, «E credo che sia importante condividere ciò che mi è successo perché lo stress, dopo i problemi cardiaci, è il “più grande killer” d’America».

Ma davvero lo stress può portare alla perdita dei denti? Lo abbiamo chiesto al nostro esperto, il Dottore Tommaso Ravasini, del noto Studio Dentistico Ravasini di Parma.

Dott. Ravasini, lo stress può essere la causa della perdita dei denti? Che danni può provocare?

È stato dimostrato in uno studio della Harvard University che elevati livelli di cortisolo, considerato l’ormone dello stress, possano avere effetti negativi su denti e gengive. Lo stress potrebbe ad esempio avere un’azione sul sistema immunitario portando ad un indebolimento delle difese con una maggiore facilità ad amplificare patologie causate da batteri patogeni presenti nella placca dentale come paradontiti, gengiviti e carie. Concludendo, in caso di stress, è ancora più importante non abbassare il livello di attenzione dell‘igiene orale. La rimozione meccanica della placca è l’unica arma che abbiamo per far sì che i batteri non vincano. Spazzolino e dentifricio, scovolino e filo sono l‘unica arma vincente.

Tutti gli esperti concordano nell’individuare lo stress come la causa del bruxismo.

Cos’è il bruxismo?

Il bruxismo è un uno stato eccessivo di tensione provocata dai tipici fattori che generano ansia, angoscia o preoccupazione varie, induce i muscoli della bocca a indurirsi e a tendersi. Ci si sveglia al mattino con forte sensazione di fastidio in bocca. Le mascelle indolenzite, i denti che fanno male. Durante la notte si digrignano i denti serrando le mandibole e contraendo tutta la muscolatura della masticazione. Tutto questo avviene inconsciamente e, molto spesso, durante il sonno. Alla lunga i denti si consumano, si accorciano, si danneggia l’articolazione temporo-mandibolare e la muscolatura ne risente.

Si può usare il Rolly per eliminare la placca quando si è fuori casa e non è possibile lavarsi i denti?

Tutto quello che aiuta nella rimozione della placca può andare bene.

 

Per maggiori informazioni: www.studiodentisticoravasini.it

No Comments

Post A Comment